HONEGGER JOURNAL

EVENTI, MERCATI, INTERNAZIONALIZZAZIONE

PROWEIN DÜSSELDORF, OTTIMI RISULTATI PER LE AZIENDE ITALIANE DEL VINO

wine picture ProWein Foto: Messe Düsseldorf/ctillmann

Com’è andata la fiera ProWein a Düsseldorf? L’evento dedicato al settore vitivinicolo, tra i più importanti a livello mondiale, è stato un grande successo, conferma dell’interesse che i professionisti riservano alla manifestazione.

I DATI DELLA FIERA PROWEIN


Ecco qualche numero, confrontato con i dati del 2017: 6.870 espositori da 64 Paesi (2017: 6.615 da 62 nazioni), per oltre 60.000 visitatori (2017: 58.500). ProWein offre una visione globale di ciò che è ora il settore del vino, dei liquori e distillati. La qualità del visitatore è alta: uno su due proviene dall’estero, mentre il 70% appartiene alla fascia di management medio-alto. Quest’anno la maggior parte di loro è stata attirata anche dalla presentazione di diversi vini d’annata provenienti da Italia, Francia e Germania, e numerosi sono anche gli obiettivi raggiunti: nuovi contatti con fornitori e aziende e informazioni utili per il business di ogni singolo visitatore.
Menzione d’onore, come accade ormai ogni anno, per il nostro Paese: l’Italia infatti si è presentata con oltre 1.700 espositori, sia individuali che organizzati in una collettiva italiana progettata ad hoc, distaccando gli altri Paesi quali Francia (1.550 espositori) e Germania (990 espositori). Notevole anche la presenza di aziende provenienti da nazioni più lontane: Usa, Sud Africa, Argentina, Cile, fino all’Australia e alla Nuova Zelanda.

LE NOVITÀ PRESENTATE


Durante la fiera sono state presentate diverse novità del settore, che promettono di diventare presto dei veri e propri trend. Primo fra tutti, il tema dell’artigianalità ripensato e proposto con l’area “same but different”: questa attenzione particolare va di pari passo con la medesima tendenza che si registra anche nel settore food. Nel padiglione 7, che si è distinto per l’atmosfera lounge con cui è stato allestito, 76 espositori hanno offerto il meglio della loro produzione legata a birre artigianali, liquori originali e sidro. “Già da ora attendiamo l’anno prossimo, perché questo concept è destinato ad avere molto successo in futuro e ad espandersi” conferma Marius Berlemann, direttore ProWein. L’area del vino organico ha permesso inoltre a numerosi coltivatori e aziende agricole di entrare in contatto diretto con i visitatori, sempre più attenti al lato “bio” della produzione vitivinicola.

EVENTI ALL'INTERNO DELLA FIERA E NON SOLO: PROWEIN GOES CITY


Non solo esposizione e non solo fiera: durante ProWein, più di 500 eventi e conferenze si sono susseguite nel comprensorio fieristico, con focus su diversi temi quali lo champagne, i liquori, i drink artigianali, vini biologici e bio-dinamici, stato del mercato con analisi dei suoi lati maturi e delle sue potenzialità, abbinamenti di vini e cibi, fino al marketing e a temi prettamente logistici. I trend del futuro? Sicuramente ci sarà molta attenzione da porre sul clima e sul terreno di produzione dei vini: collegato a ciò potrebbe essere l’avvento di nuovi mercati quali la Danimarca, la Polonia e il Regno Unito.
In occasione di ProWein, l’intera città di Düsseldorf si è attrezzata: ProWein goes City è infatti la serie di eventi collaterali che ogni anno viene organizzata in concomitanza con la fiera. Numerosi produttori hanno dunque presentato le loro ultime novità anche nei locali della città una volta chiusi i cancelli della manifestazione, con eventi appositamente organizzati. Se ne contano circa 110 sparsi per Düsseldorf in ristoranti, hotel, negozi specializzati nella vendita e nel commercio di vini e liquori.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI CON IL MONDO DEL VINO


La prossima edizione di ProWein si svolgerà dal 17 al 19 marzo 2019, ma gli appuntamenti per i professionisti non finiscono qui: il mercato asiatico mostra segnali di crescita importante, tanto che le prossime fiere ProWine Asia (Singapore, 24-27 aprile 2018) e ProWine China (Shanghai, 13-15 novembre 2018) sono attese dal settore con grandi aspettative. Per informazioni, non esitate a contattarci.
CONDIVIDI

Commenti